Nel corso di uno studio dell’Università tecnica di Graz per conto delle aziende Wo&Wo Sonnenlichtdesign GmbH & Co KG, Loxone (centraline di comando automatiche https://www.loxone.com/dede/) Geiger (comandi per la protezione dal sole e dagli sguardi indiscreti del Baden-Württemberg http://www.geiger.de/ ) si è esaminato, in un’abitazione dotata della tecnologia Smart Home, se un impianto di ombreggiamento e ventilazione totalmente automatizzato offra dei vantaggi rispetto a una centralina di comando manuale.

Lo studio scientifico sullo Smart Shading ha confermato che il sistema Smart Home impedisce un riscaldamento eccessivo della casa in estate, e provoca meno raffreddamento in inverno.

Lo studio conferma quindi con base scientifica che la casa dotata della tecnologia Smart Home offre vantaggi decisivi rispetto alle consuete soluzioni manuali.

«Per noi era importante ottenere dati scientifici precisi sulla misura in cui le soluzioni complete Smart Home possano mantenere la temperatura in ambienti interni a livelli gradevoli grazie, appunto, all’ombreggiamento e alla ventilazione automatici. Lo studio della TU Graz ha dunque confermato ciò che noi valutiamo costantemente nelle nostre rilevazioni a livello aziendale», così spiegano i retroscena dello studio Robert Peißl, Product manager di WOUNDWO nonché responsabile dello studio e Rüdiger Keinberger, CEO di Loxone.

«Con una combinazione intelligente di ventilazione e ombreggiamento, alle condizioni ambientali instaurate è possibile ridurre di fino a 9 °C il riscaldamento degli ambienti della casa con Smart Home oggetto dell’esperimento – e questo senza energia di raffreddamento attiva», illustra Selina Vavrik-Kirchsteiger, responsabile dello studio nonché esperta in ambito Ricerca e Sviluppo presso il Labor für Bauphysik (Laboratorio di fisica delle costruzioni) dell’Università tecnica di Graz.

Dalle indagini svolte è inoltre emerso che attraverso l’ombreggiamento automatico è possibile bloccare fino all’80 per cento dell’energia solare incidente.

Oltre al comfort di utilizzo e al clima gradevole negli ambienti, si riscontra anche un notevole risparmio delle energie di riscaldamento e soprattutto di raffreddamento. Secondo lo studio, infatti, anche in inverno l’ombreggiamento e la ventilazione automatici si tradurrebbero in vantaggi in termini di clima dei locali e risparmio di energia: di notte l’ombreggiamento esterno dell’edificio funge in un certo qual modo da «coperchio termico» per le superfici delle finestre, impedendo così il raffreddamento dovuto al vento così come il rilascio di radiazioni. Ne consegue che l’ombreggiamento non è solo una protezione necessaria, bensì un contributo efficace al fine di ridurre il riscaldamento globale.

Sulla scia del cambio climatico bisogna dunque partire dal presupposto che l’ombreggiamento di case e appartamenti acquisterà in futuro un’importanza sempre maggiore. In combinazione con una buona centralina di comando - che risparmia anch’essa fino a 50.000 gesti in un anno - che include ulteriori componenti come riscaldamento e ventilazione fino all’illuminazione, l’efficacia può aumentare ulteriormente, secondo lo studio!